Nella Gazzetta Ufficiale n. 126 del 17 maggio 2020, è stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020, contenente le disposizioni attuative del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Di seguito è elencata solo una sintesi di alcune delle misure di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale previste dall’articolo 1 del D.P.C.M. in argomento:

Nella Gazzetta Ufficiale n. 125 del 16 maggio 2020, è stato pubblicato il Decreto-Legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Di seguito è elencata solo una sintesi di alcune delle misure previste dal decreto legge in argomento:

Fontana Turano, monte Artemisio © Velletri

La legge n. 113 del 29 gennaio 1992, prevede l'obbligo per i comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, a porre - in attuazione degli indirizzi definiti nel piano forestale nazionale - a dimora un albero (ossia piantare un albero) nel territorio comunale entro sei mesi dalla registrazione anagrafica di ogni neonato residente e di ciascun minore adottato. Quindi piantare un albero per ogni nuovo nato e per ogni bambino adottato è già un obbligo previsto dalla legge per i comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti.

 

L'esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione si svolge nel periodo compreso tra il termine delle lezioni e il 30 giugno dell'anno scolastico di riferimento ed è finalizzato a verificare le conoscenze, le abilità e le competenze acquisite dall'alunno al termine del primo ciclo di istruzione.

 

Il 3 giugno 2017 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la nuova legge n. 71 del 2017 recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” che entrerà in vigore il 18 giugno 2017.

L'ingiuria non è più un reato. Ingiuriare una persona, ossia offendere l'onore o il decoro di una persona presente, non è più reato in quanto l'articolo 594 del codice penale che prevedeva, appunto, tale comportamento come illecito penale, è stato abrogato dal decreto legislativo n. 7 del gennaio 2016.

Occorre, però, fare alcune precisazioni.

Pos22

 

INFORMAZIONI LEGALI

Blog realizzato e pubblicato dal 2017 da OsvaldoIannaccone (domiciliato in Velletri (RM) viale Salvo D'Acquisto) ed aperiodicamente aggiornato.

Sito ospitato dal mese di aprile 2017 su server di Aruba S.p.A. (P.IVA: 01573850516) con sede legale in Ponte San Pietro (BG), via San Clemente, 53.

Il presente blog, i cui post vengono pubblicati saltuariamente, non ha cadenze di aggiornamento preordinate e prevedibili ed è realizzato e gestito unicamente da OsvaldoIannaccone senza alcun tipo di organizzazione redazionale e non costituisce attività di informazione di tipo professionale. Questo blog non contiene commenti o analisi critiche di notizie legate all'attualità.

È vietata la riproduzione del testo e delle foto presenti in queste pagine senza il consenso dell'autore.

Tutti i diritti sono riservati. © Velletri 2020